Il futuro assicurativo

Capita a pranzo di trovarsi coi colleghi a immaginare e ipotizzare il futuro delle compagnie di assicurazione e delle rete vendita. Sentiamo tutti che il cambiamento è alle porte ma non è ancora avvenuto e la domanda “che futuro ci aspetta?” scalda gli animi.

Le compagnie sono dei colossi globali con forte localizzazione territoriale, i prodotti e i processi sono specifici per ciascun paese. Credo che la prima compagnia che proporrà prodotti assicurativi retail “globali” (ovvero gli stessi prodotti in diverse country con processi standard) avrà un vero vantaggio competitivo in termine di immagine globale ed efficienza. La gestione dei sinistri rimarrebbe su base territoriale con processi di liquidazione gestiti secondo standard “globali”. Potrebbe nascere una nuova forma di intermediazione basata su market-place assicurativi, stile booking per le assicurazioni. Rimarrà centrale e si rafforzerà il ruolo degli intermediari nel B2B. Si andrà verso una forte personalizzazione dei prodotti venduti, il contributo degli agenti nel B2B diventerà ancora più importante e determinate.