Cina, covid-19 e ritardi nell’informazione

Si sentono sempre più spesso notizie di accusa, che la Cina ha tenuto nascoste le informazioni che avrebbero consentito di salvare migliaia di persone. La mia impressione è che siamo alla ricerca di un capro espiatorio. Abbiamo avuto i segnali della gravità davanti ai nostri occhi e li abbiamo ignorati. Dopo averli ignorati abbiamo bisogno di metterci la conoscenza a posto e ci diciamo che è colpa della Cina, che hanno nascosto le notizie, e forse hanno creato il virus. Abbiamo bisogno di un colpevole. A metà Gennaio sapevo che era grave. Perché i politici occidentali l’hanno capito solo quando ci siamo trovati dentro nel disastro? Se faccio un incidente perché attraverso un incrocio senza vedere il cartello di STOP la colpa è del cartello che non è visibile? Può essere, oppure i politici alla guida non l’hanno visto, miopi? senza occhiali? o distratti? Difficile da sapere. Di seguito come soggettivamente ho capito la gravità del virus da metà Gennaio. E in coda diversi riferimenti ad articoli.

Eravamo in montagna per il capodanno e mia moglie mi chiede “cosa ne pensi di questo virus” ” boh, sarà come gli altri, un’influenza”. Da inizio Gennaio le notizie su questo virus si intensificano e occupano le testate dei giornali, non tutti i giorni ma quasi. La Cina decidere di tenere chiuso tutto per il capodanno cinese dal 22 Gennaio fino al 3 Febbraio, non ricordo esattamente se finivano in quella data i festeggiamenti o se hanno prolungato il periodo. Ricordo il crollo della borsa cinese. Prima del capodanno cinese la borsa quotava 3060, all’apertura scende a 2746, più del 10%. Il governo cinese interviene, la banca centrale compra compra compra, il mercato contiene le perdite ma…. sì c’è un ma… un tale crollo significa solo una cosa, panico. Perché in Cina gli investitori sono in panico? In America ed Europa che succede? Niente. Il Dax come il MIB perdono pochi punti, si fanno leggermente condizionare dalla Cina. Gli States vanno col vento in poppa (si dice così per i velieri, ma col vento in poppa su uno sloop si va piano) e mostrano i muscoli. Mentre ascolto in queste notizie in macchina capisco che la situazione è grave. Mi chiedo se sia il caso di comprare le mascherine. Nelle settimane seguenti arriva la chiusura totale di Wuhan, gli ospedali costruiti in 10 giorni. Le interviste a Conte che dice di aver predisposto il piano di tutela della salute migliore d’Europa (peccato che negli ospedali nessuno lo conosce, forse è il piano di emergenza per se e sui amici intimi). Arriviamo al 21 Febbraio, primo caso certo in Italia, nessuno a Codogno conosceva il piano predisposto dal governo e così si accende un focolaio proprio dall’ospedale. Le cose precipitano. Con mia moglie ci attrezziamo per essere pronti allo smart working organizzando i team da remoto. Non è un must ma so che lo sarà e voglio essere pronto. Inaffti due settimane dopo lock-down. Nuovamente indice della gravità è il crollo dei mercati. Questa volta coinvolge tutti, occidente, oriente e il vento in poppa si sgonfia anche per gli States. Nelle farmacie inizia a esserci il tutto esaurito, i supermercati si svuotano. Il 16 Marzo crolla la borsa e da 24 Marzo anche gli States sono in crisi covid-19.

Tutto questo per dire: sono i politici ad essere passati con lo STOP e lo STOP era ben visibile. Non ci sono scuse, non ci sono giustificazioni. Gli unici che hanno capito la situazione e l’hanno anticipata sono i tedesche, che alla faccia della solidarietà Europea hanno fatto incetta di materiale sanitario (così si dice, non ho approfondito). Con quale faccia può presentarsi un politico a dire che è cola dei cinesi che hanno nascosto la situazione. Soprattutto negli States che hanno avuto due mesi di tempo per prepararsi al picco. Ormai la frittata è fatta le cose non si possono cambiare, potremmo dire che si impara dal esperienza ma quest’esempio ci dice di no. Ora bisogna pensare ad andare avanti, molti hanno sbagliato, e quando succedono catastrofi così la tentazione di trovare un colpevole è forte. Ma … pensiamo ad andare avanti, non perdiamo tempo in processi e accuse. Cerchiamo di rimetterci in pista.

Dic 2019: Si verificano picchi di polmonite nel Cremasco, a Piacenza si registrano 40 casi di polmonite in una settimana. Un giornalista di 34 ESPN muore di polmonite. Nel Napolentano muore una 40 di polmonite. Morti atipiche:
https://crema.laprovinciacr.it/news/crema/237297/salute-picco-di-polmoniti-nel-cremasco.html
https://www.ordinemedici.piacenza.it/la-sanita-piacentina/pneumologia-oltre-40-casi-di-polmonite-nellultima-settimana/
https://www.ilmattino.it/societa/persone/giornalista_sportivo_morto_polmonite_edward_aschoff-4946610.html

http://www.noicaserta.it/daniela_raucci_maddaloni_morta_polmonite_batterica_.html

4-6 Gen: Escono i primi servizi sul un virus parente della Sars che procura gravi polmoniti. Nessuna notizia sul sito Ansa. Dalle ricerche che ho fatto il primo a pubblicare qualcosa a riguardo o Leggo, Ansa arriva l’11 Gennaio.
https://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/20_gennaio_06/cina-polmonite-misteriosa-non-sars-ma-virus-resta-sconosciuto-90974f00-308f-11ea-b117-147517815558.shtml
http://www.asianews.it/notizie-it/Polmonite-misteriosa-in-Cina:-44-casi.-Timori-per-un-ritorno-della-Sars-48946.html

http://www.askanews.it/esteri/2020/01/05/cina-esclusa-la-sars-per-epidemia-di-polmonite-virale-a-wuhan-pn_20200105_00058/

11 Gen: Giovedi (il 09 Gen, due giorni prima della notizia in Italia) La Cina annuncia il primo decesso da un nuovo tipo di polmonite virale, su un focolaio di polmoniti atipiche verificatesi a Wuhan.

https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/cina-primo-morto-per-polmonite-da-virus-famiglia-sars_13306839-202002a.shtml

11 Gen: La Cina comunica che condividerà la sequenza del genoma del nuovo virus con il mondo.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/dalla_cina/2020/01/11/-cina-condivideremo-sequenza-genomica-virus-con-oms-_3229478e-7873-40b8-95fd-770db31debb2.html

15 Gen: Viene confermata la trasmissione da uomo a uomo del virus. Il mondo non mostra particolare interesse.
https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/notiziario_xinhua/2020/01/15/oms-nessuna-prova-trasmissione-umana-virus-wuhan_31d9029e-60a1-4142-93df-46ed5c321051.html

22 Gen: OMS si interessa a Wuhan e manda una commissione di esperti.
https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/dalla_cina/2020/01/22/virus-cina-esperti-delloms-in-missione-a-wuhan_39a5c744-b429-433c-b711-4d8ffcd90278.html

29 Gen: Il 25 Gen ci sono stati i festeggiamenti del capodanno cinese, la Cina decide di tenere tutto chiuso fino alla fine dei festeggiamenti.
https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2020/01/29/virus-cinese-gia-piu-contagi-della-sars_62d9f241-0e6a-47a1-94db-ce766f08a385.html

03 Feb: https://it.investing.com/indices/shanghai-composite