Spread

In questo periodo c’è un gran discussione su euro-bond, corona-bond, mes, troika,…. L’unico cosa certa è che il meccanismo attuale dei BTP e Bond serve ad arricchire gli stati con debito pubblico basso sottraendo liquidità dagli stati con debito pubblico alto.

Il meccanismo è semplice, lo stato con debito pubblico alto ha un rischio di insolvenza più elevato, quindi deve riconoscere un tasso di interesse alto affinché i propri titoli di stato vengano acquistati.

Lo stato che ha un debito basso piazza i propri titoli a un tassi inferiore, questo spread è margine per lo stato con un tasso di interesse più basso nel momento in cui compra i titoli di uno stato con tasso più alto.

Un esempio pratico:
Lo stato I ha un tasso vende titoli per 1 miliardo al tasso del 10% questi titoli vengono comprati dallo stato G che guadagna un interesse appunto del 10%. Non avendo la liquidità decide di emettere dei titoli per un controvalore di 1 miliardo al tasso del 1%. Lo stato G guadagna il 9% senza dover fare nulla. Può quindi decidere di ridurre le tasse ai propri cittadini e può vantare i conti ancora più in ordine.

Questo meccanismo funziona solo in un contesto di moneta unica. Se i due stati hanno monete diverse hanno anche un inflazione diversa che compensa parzialmente il tasso di interesse. Ad esempio uno stato con interesse al 10% avrà probabilmente un’inflazione alta magari al 8-9% e quindi lo stato “G” ha meno convenienza e sicuramente rischi alti a comprare i titoli dello stato “I”